Lombardore, volontari della protezione civile ubriachi scatenano una rissa alla sagra della salsiccia

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 21 Luglio 2021 16:04 | Ultimo aggiornamento: 21 Luglio 2021 16:04
Lombardore protezione civile rissa

Lombardore, volontari della protezione civile ubriachi scatenano una rissa alla sagra della salsiccia (foto ANSA)

Un gruppo di volontari della Protezione Civile ha scatenato una rissa ad una sagra di paese a Lombardore, in provincia di Torino. Molti erano ubriachi e i disordini hanno richiesto anche l’intervento del 118.

Rissa alla sagra di Lombardore, Protezione civile nella bufera

Il tutto è avvenuto nella serata di sabato scorso, alla Sagra della salsiccia a Lombardore. Dopo la mezzanotte tra sabato 17 e domenica 18 luglio, alcuni volontari della protezione civile cittadina, visibilmente ubriachi, si sono lanciati sulla pista da ballo, creando malumori tra i partecipanti.

Per riportare la situazione alla calma è stato necessario l’intervento degli agenti della polizia locale e poi anche dei carabinieri, che hanno sedato la lite tra uno dei volontari e il fidanzato di sua figlia. Quest’ultimo sarebbe anche caduto da un balcone fratturandosi una gamba e finendo all’ospedale. Dopo l’arrivo delle forze dell’ordine, alcuni dei volontari hanno indossato le divise della protezione civile al contrario per protesta.

Protezione civile espelle i volontari coinvolti nella rissa

Durissima la presa di posizione del Coordinamento del volontariato di protezione civile di Torino, a cui appartiene il gruppo coinvolto. “[…] Qualunque sia stato il fattore scatenante che abbia indotto tale comportamento, che in ogni caso non può essere giustificato, tale condotta prevede l’immediata espulsione […] Qualora non si provvedesse all’immediata espulsione dei volontari coinvolti nell’accaduto saremmo costretti, nostro malgrado, a dover procedere alla cancellazione del gruppo dal coordinamento”.

L’episodio è stato duramente stigmatizzato anche dal sindaco lombardorese, Rocco Barbetta: “Quello che è accaduto alla Sagra in particolare è gravissimo. Sono in attesa di ricevere la relazione dei carabinieri su quanto successo sabato e quindi prenderò tutti i provvedimenti del caso. Non è accettabile che chi ha il compito di controllare le persone, facendo rispettare tutte le norme anti contagio in vigore, poi sia il primo a non seguirle magari addirittura ubriacandosi”.